L’appartamento in via Santa Lucia – racconto

Visto che l’appetito vien mangiando vi propongo l’inizio del mio racconto “L’appartamento in via Santa Lucia” comparso nell’antologia “Napoli. Geografie del mistero” edito dalla sezione LAB di Giulio Perrone Editore.

Continua a leggere “L’appartamento in via Santa Lucia – racconto”

Napoli. Geografie del mistero… ci sono anche io

Prosegue il mio percorso letterario per quest’anno, non si spegne la mia passione per la scrittura e l’apprezzamento da parte di una casa editrice non a pagamento come lo è Giulio Perrone Editore e in particolare per il marchio LAB della medesima casa editrice. LAB è per l’appunto il laboratorio con cui l’editore scopre i nuovi potenziali scrittori. Continua a leggere “Napoli. Geografie del mistero… ci sono anche io”

In albergo… ci sono anche io

Nelle camere d’albergo, persino il tempo è in bilico, tra un viaggio e l’altro – muoversi sembra più dignitoso che fermarsi in un luogo cui non si appartiene, e che non si ha il tempo di fare proprio. Così, per quanto si sforzino (3, 4, 5 stelle), l’atmosfera, dovunque, è la stessa: alla fine, si bada sempre a non lasciare nulla di sé, tra le quattro pareti di una camera d’albergo. O a lasciarvi cose che non avrebbero un altro posto dove accadere, se non la nicchia discreta e subito dimentica della stanza di turno. Continua a leggere “In albergo… ci sono anche io”

Reading “I luoghi”

Caro lettore,

sei invitato a partecipare al reading dei racconti tratti dalle antologie “In treno” (il mio racconto “Lontani dal mondo” è presente su questo blog nella sezione “Scritti“), “Al bar” e “In cucina” pubblicate da Giulio Perrone Editore. In ciascuna antologia ci sarà un mio racconto, non lo dico per vantarmi, anche perché non a tutti un racconto può piacere e suscitare le stesse emozioni. Quando scrivo provo a dare il meglio, ma so perfettamente che le percezioni del lettore sono diverse 🙂 , il reading si tiene all’insegna del divertimento e della modestia, senza pretese di vanità. Per chi è nuovo della terminologia, il reading è un incontro in cui uno o più autori leggono un brano tratto da un testo, ma non solo, è in genere un momento in cui si possono scambiare commenti, idee, pareri, dipende da come lo si organizza.

Continua a leggere “Reading “I luoghi””

Lontani dal mondo – racconto

In treno
In treno. Giulio Perrone Editore/LAB

Ecco il primo racconto della serie promessa. Il testo è stato pubblicato nell’antologia “In treno” edita da Giulio Perrone Editore. Come il resto degli articoli di questo blog, il racconto è protetto da una licenza Creative Common, oltre che essere parte di una edizione cartacea di un editore. Prima di abbandonare la pagina, dopo aver letto il racconto, lascia un tuo commento, grazie 🙂 .
Continua a leggere “Lontani dal mondo – racconto”

In cucina… di sono anch’io

Il pavimento è freddo, al mattino, ma l’aroma di caffè che risacca dolcemente tra le pareti della cucina consola ben

Copertina dell'antologia in cui compare il mio racconto "Regalo di Natale"

presto d’aver lasciato il calore delle coperte. Con la tazza calda fra le dita, e la giornata confinata ancora fuori dalle persiane, si potrebbe restare per ore nella stessa disposizione d’animo e di membra, rimboccati insieme nella dolcezza del momento. A pranzo, poi, chissà. Forse di nuovo qui, in cucina, per un appuntamento con la consuetudine; o forse altrove, persino contenti di non dover lavare i piatti, dopo mangiato. E poi vengono i pomeriggi per le merende dei bambini – del pane-e-nutella che a casa del compagno di banco c’è sempre, e a casa propria mai; i pomeriggi per le esplorazioni culinarie, per gli ingredienti inventati e la crema ovunque; i pomeriggi dei cento spuntini che giustificano una distrazione – dallo studio, dall’umore. Più tardi, quando le finestre non bastano più e i pianerottoli si riempiono di profumi, in cucina s’aspettano i figli più grandi e i mariti, oppure si pensa solo a sé e ci si vizia, o ci si trascura. E nelle notti dagli occhi spalancati, è in cucina che ci si rifugia, con l’immancabile camomilla, il rumore discontinuo del frigorifero e la lucina rossa del piccolo televisore, votato ai tg delle ore pasti.

tratto da http://perronelab.it/node/246

Continua a leggere “In cucina… di sono anch’io”

“Al bar”… ci sono anche io

È una sera piovosa; l’uomo entra nel bar; si sbottona il soprabito umido; una nuvola di vapore l’avvolge; il fischio parte lungo i binari a perdita d’occhio lucidi di pioggia.
(Italo Calvino, Se una notte d’inverno un viaggiatore)
copertina dell'antologia "Al Bar" edita da Giulio Perrone Editore

Sono le storie a popolare un caffè: le vite che lo attraversano, le esistenze che vi transitano. Il vecchio barista, per esempio; il suo passato e le sue disillusioni, la saggezza di chi ha conosciuto molte persone senza doversene, in fondo, curare. La cassiera sognatrice, il cameriere inesperto, il fondatore del locale – al vostro servizio dal 1900 e passa – nella sua foto ingiallita accanto alla macchina del caffè.
E poi ci sono gli avventori: un’umanità di passaggio, nell’atto di calcare la forma di un’abitudine, o di assecondare un bisogno improvviso. Aspettano l’ora di un appuntamento, festeggiano una piccola vittoria. Si guardano tra loro, di sottecchi, col gomito sul banco e le briciole sul cappotto – non c’è il tempo di toglierlo; si incontrano, oppure s’ignorano. E infine, passano oltre, come da una delle tante stazioni della vita, verso altre destinazioni; con l’odore di caffè nei capelli e la dimenticanza già nello sguardo.

(tratto da Perrone LAB)

Continua a leggere ““Al bar”… ci sono anche io”

Le mie pubblicazioni

Chi segue il blog da un po’ sa che ho pubblicato una poesia all’interno di una raccolta di poesie e racconti realizzata dall’editore romano Giulio Perrone Editore.

Mi hanno anche pubblicato il racconto breve “Il distacco” sul sito di Homo Scrivens, una redazione di scrittori con la passione, ovviamente, per la scrittura 🙂 .

Per facilitare la ricerca ho creato la sezione Scritti che al momento contiene questi due testi.

Alla prossima.

Diario di viaggio n°4 – piccole soddisfazioni

Il 23 luglio scorso scaricando la posta elettronica ho trovato il seguente messaggio:

Gentile sig. —,

siamo rimasti davvero molto colpiti dal suo “Il distacco”. Si tratta di una storia semplice e intensa, personale e corale allo stesso tempo, che fa leva sulle esperienze del protagonista rendendole comuni e condivise con il lettore. Siamo lieti di comunicarle che vorremmo pubblicarlo nella nostra sezione “storie”.

Avevo mandato il racconto tempo addietro a una redazione e quasi non ci speravo di ricevere questi complimenti. Il testo inviato mi è particolarmente caro e alla fine anche se qualche amico lo ha letto e ha detto che gli piace, non ero completamente convinto. Sentivo che mancava qualcosa.

Continua a leggere “Diario di viaggio n°4 – piccole soddisfazioni”

Volare

Quanto maledizione fa caldo. I miei personaggi mi stanno urlando contro. Vogliono continuare ad agire su carta. Ci sono un paio di racconti che vogliono essere sistemati, uno che sta sta nascendo e, diversamente, dal mio solito è satirico, divertente 🙂 . Poi c’è lui. Il romanzo. I personaggi sono imprigionati nelle pagine e ancora non si arriva al climax sebbene sia dietro l’angolo. Sto arrivando a pensare di aver fatto una composizione di parole… non lo so… Mi verrebbe da dire “da prendere e stracciare” dalla prima all’ultima pagina, ma è solo l’impossibilità di scrivere, correggere e sistemare oppure è la voce della verità che riconosce il disastro letterario? 😀 Chissà. So che le ultime 30 pagine vanno completamente sistemate e non averlo fatto ancora mi rode molto, oltre al fatto di non farlo continuare a livello di azioni.

Di seguito vi lascio il mio “capolavoro”. Visto che me lo hanno pubblicato nell’antologia del IV premio letterario logos di Giulio Perrone LAB, allora mi piacerebbe che la leggessi anche tu caro visitatore. Mi piacerebbe anche che lasciassi una nota del tuo passaggio. Secondo te di cosa parla la poesia scritta di seguito?

Non sono Pascoli, non sono Foscolo, ma questa poesia mi piace molto e ci sono molto legato. Uno che pensavo fosse un mio amico mi ha riso in faccia quando gli ho detto che me l’anno pubblicata e che mi sto dedicando alla scrittura, un altro ha detto che “non ci ha capito un cazzo” e un altro non ha indovinato di cosa parlava, anche se ci è andato vicino 😀 . E tu? Cosa ne dici?

Naturalmente l’opera è protetta da una licenza che impedisce di spacciare per propria l’opera. La puoi diffondere riconoscendo l’autore della stessa, non puoi usarla per fini commerciali e nemmeno ne puoi ricavare opere derivate 😉 . Per ulteriori dettagli: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.5/it/ .

Continua a leggere “Volare”