non ho tempo!

Image released with a CC0 License by Jordan Benton, image available on Pexels.com

Non ho tempo! oggi è la frase che troneggia. Non si ha mai tempo di fare niente. Soprattutto pare che il tempo da dedicare a se stessi rasenti il nulla. Il tempo lo si perde in 3547 cose inutili.

In questo articolo non insegnerò a nessuno come gestire il proprio tempo, come dare priorità a cose più importanti e darne di meno a cose meno importanti. Io nemmeno vi conosco, non so cosa è fondamentale nella vostra vita e cosa non lo è, o lo è di meno, oppure quali sono le vostre aspirazioni, cosa vorreste fare da grandi.

Questa brutta frase: «Non ho tempo!», a volte l’ho sentita dire o l’ho letta su Facebook, detta da scrittori. Non ho tempo di stare dietro a un romanzo, vado di fretta, lo pubblico.

Continue reading “non ho tempo!”

Annunci

dire di no stupisce, vero?

da: BlogInglese.it

E quando un editore ti contatta tu che fai?

Gli dici di no? Sì, gli dico di no nel 90-95% dei casi.

C’è chi ci ride sopra. Dico di fronte a questa mia scelta. Va bene. L’importante è non piangerne.

Continuo l’articolo di ieri mettendoci dentro un po’ di riflessioni che ho volutamente tenuto fuori ieri perché volevo dare un taglio sintetico e diverso all’articolo in questione.

Continue reading “dire di no stupisce, vero?”

L’isola del giorno che verrà

Andrew Whyte - long exposure photography: Legography &emdash; Between showers
(C) Andrew Whyte

Chuck guardava l’orizzonte in attesa che Kelly, la sua Kelly, ritornasse da lui. Sperava che la nave che aveva abbandonato l’isola per salvarsi riuscisse a tornare. Se lo erano promessi e Kelly manteneva sempre le promesse, perché si amavano e, se ancora non era tornata, doveva esserci un motivo serio. La nave doveva essersi persa, forse non era riuscita a tornare indietro nel tempo e a fermare il Chuck del passato, ma se non c’era riuscita perché ora lei non era lì con lui?
Continue reading “L’isola del giorno che verrà”