Certe incertezze: il romanzo è qui

immagine copertina: ©Sabphoto | Dreamstime.com
immagine copertina: ©Sabphoto | Dreamstime.com

Questo articolo è comparso originariamente nel blog di Andrea Marini.

Benvenuti anche oggi nel salotto letterario. Nei precedenti sei articoli abbiamo parlato un po’ dei vari aspetti del romanzo Certe Incertezze di Giovanni Venturi, ora pubblicato. Veniamo a un’altra piccola e conclusiva serie di domande più concrete sul questo testo.

Che genere è Certe incertezze?
È un romanzo di formazione.

Di cosa parla?
Sinossi: «Lo definiscono il clown perfetto perché, quando a volte legge l’odio per lui sul viso di qualcuno, allora esagera e si diverte.

Francesco a tredici anni ha fatto la sua prima finta rapina. È un ragazzino ribelle che tutti vogliono salvare dalla cattiveria del mondo perché, in fondo, lui non può essere davvero cattivo per sua natura. A ventitré anni non è pronto a rivelare al suo migliore amico che ha ucciso una persona, anzi, due. Salta dal letto di una ragazza all’altra con la stessa frequenza con cui cambia abiti, vive la vita con intensità e con una mente aperta. Può innamorarsi, uccidere, nascondere i suoi veri sentimenti?

Continue reading “Certe incertezze: il romanzo è qui”

Joe è tra noi: è qui!

Allo scadere della mezzanotte “Joe è tra noi” sarà scaricato sui dispositivi di tutti quelli che hanno prenotato il titolo e sarà direttamente acquistabile, nel senso che, per chi non lo ha prenotato, lo scaricamento del titolo avverrà direttamente a seguito dell’acquisto.

“Joe è tra noi” si classifica come thriller fantascientifico. Ambientato in una Londra del 2358. In una Anocronis del 2358, una città misteriosa in cui tutto ha avuto inizio. Un esperimento segreto destinato a cambiare le sorti dell’umanità.

Continue reading “Joe è tra noi: è qui!”

Il romanzo è qui…

romanzo
foto copertina: ©istockphoto.com/olaser

Da quando una ragazza, prima lettrice assoluta, mi disse:

«Il materiale è ottimo, c’è la storia, c’è la presenza e la cognizione di ciò che scrivi, la sensibilità con cui presenti i personaggi e le situazioni sottintendono una ricercatezza nel linguaggio, nella volontà di fare bene che si vede, e il lettore riesce ad apprezzarlo.

Il romanzo è assolutamente pubblicabile e lo collocherei tra il genere “pop” nello scaffale della libreria.
Quindi complimenti!!! Davvero!
Spero di essere stata una lettrice all’altezza delle tue aspettative.»

Era il 30 gennaio 2012.

Sapevo che prima o poi avrei dovuto pubblicarlo. E arriva il giorno in cui lo fai. Dopo aver sistemato tutto quanto è in tuo potere lo fai. Ti chiedi tante di quelle cose che entri in un vortice che si autoalimenta. Ti blocchi, ti paralizzi e poi lo fai.

Continue reading “Il romanzo è qui…”

Il buio oltre le stelle. L’esplorazione dei lati oscuri dell’universo, di Amedeo Balbi

Il testo incuriosisce molto, prova a dare una spiegazione scientifica a quello che è lì sulle nostre teste. L’universo. L’autore ha un linguaggio fluido e riesce a farci capire quanto sia difficile poter descrivere l’evoluzione dello spazio, a darci un’idea precisa di come si siano formati pianeti, stelle, galassie e tutti i corpi celesti che sono nello spazio e che a occhio nudo non si vedono. Sono gli stessi scienziati che devono ragionarci molto, creare teorie più o meno valide da verificare o da modificare seguendo un approccio scientifico rigoroso. Gli argomenti sono complessi, ma affascinanti, ed è proprio per la loro complessità che ogni tanto ci si perde, immagino che il libro vada riletto almeno un’altra volta e non perché l’autore non sia stato all’altezza, ma le nozioni sono tante e poterle spiegare in maniera elementare e comprensibile a chi di fisica e astronomia non ne capisce nulla non è semplice, anche perché, se un argomento è complicato di per sé per uno scienziato, allora è difficile renderlo alla portata di tutti. Non possiamo essere tutti scienziati, vi pare?
Continue reading “Il buio oltre le stelle. L’esplorazione dei lati oscuri dell’universo, di Amedeo Balbi”

“Joe è tra noi” compie un anno

foto copertina: © Pavel Losevsky | Dreamstime.com – Surprised Teenager Boy Against Sea, Half Of Face Photo
foto copertina: © Pavel Losevsky | Dreamstime.com – Surprised Teenager Boy Against Sea, Half Of Face Photo

Un anno fa veniva pubblicato il romanzo thriller di fantascienza Joe è tra noi, per cui, oggi si festeggia.

Joe è tra noi è stato preannunciato.
A differenza del mio precedente romanzo, Joe è tra noi è stato preannunciato e messo in prenotazione per il giorno 22 luglio 2015.

Ne feci anche una clip in cui indicavo la data di pubblicazione, un po’ come potrebbe fare un grande autore di best seller, o un grande produttore cinematografico che rende nota la data, non so, del settimo episodio di Star Wars per Natale. Sono stato un po’ megalomane? Non lo so, ho sperimentato. Non sono portato per la pubblicità, non ho un bacino di lettori. Ci sono solo io, le mie storie e alcuni lettori fedeli.

Continue reading ““Joe è tra noi” compie un anno”

usiamoli… gli aggettivi?

Ho visto di recente questo spot pubblicitario di Treccani.

Mi è piaciuto, poi la prima cosa che ho pensato è stata una frase che uno scrittore mi disse in una sessione di CampNaNoWriMo:

Io pago una editor, le ho sottoposto la descrizione di un personaggio e mi ha cancellato tutti gli aggettivi. Come posso descrivere una persona senza aggettivi?

Continue reading “usiamoli… gli aggettivi?”

Scrivere per un lettore…

Scrivere oggi è una moda. C’è internet e quindi milioni di persone scrivono articoli ogni giorno, altrettante persone hanno la mania di definirsi scrittori e scrivono ovunque: per blog, per piattaforme social come WattPad dove i lettori iniziano a seguire uno scrittore e magari poi gli rubano la storia, la fanno editare e la pubblicano con un nuovo titolo, ma, in genere, si scrive tanto, tantissimo e si legge poco pochissimo.

Ci sono milioni che scrivono e pochi lettori. Negozi di libri su internet come Amazon, Apple iBookStore, Kobo Books e Google Play Books rendono la lettura e la pubblicazione ancora più facile: attraverso il potente mezzo elettronico dell’ebook.

Continue reading “Scrivere per un lettore…”

Daredevil… un flop programmato?

tvseries

Uno dei prodotti di punta per lo sbarco di Netflix in Italia è stata la serie TV della Marvel: Daredevil.

Sono sempre stato un po’ scettico su film e serie TV su supereroi e, infatti, alla fine non è che mi sbagliassi più di tanto. Non si capisce queste produzioni a chi siano destinate. Di certo non a ragazzini, ma nemmeno ad adulti, ma allora a chi?

Continue reading “Daredevil… un flop programmato?”

House Of Cards, la serie TV

tvseries

Quando ho sentito parlare per la prima volta di House Of Cards da un collega, non mi ci sono applicato molto. Gli americani producono moltissime serie televisive e starci dietro a tutte non è possibile. In genere ci riescono bene, rispetto a quelle italiane. L’abisso è notevole. Certo, non tutte le serie americane sono degne di nota o non tutte sono il mio genere e, immagino, qualche buco nell’acqua lo facciano anche loro.

Poi è arrivata Netflix e dopo un mese mi ci sono abbonato considerando il fatto che era in streaming, senza impegni, il primo mese gratuito e possibilità di disdire con un clic quando si vuole, possibilità di comprare carte prepagate per rinnovare l’abbonamento e quindi mi ci sono trovato dentro.

Continue reading “House Of Cards, la serie TV”

I libri per l’estate, da chi li ha letti

(c) Riccardo Bonuccelli
(c) Riccardo Bonuccelli

Non ne pubblicizzerò 50 e non li tirerò fuori a caso da best seller (o bestseller che dir si voglia) o consultando alcune vecchie classifiche viste da qualche parte. Non parlerò solo di autori noti, non coinvolgerò solo case editrici e, soprattutto, parlerò di libri che io ho letto. Non parlerò nemmeno di libri pubblicati quest’anno. Nessuno mi paga per vedere recensito e pubblicizzato il proprio libro. Questo articolo nasce di mia spontanea iniziativa nei confronti della buona lettura.

Vi farò un elenco di libri che mi sono piaciuti e che vanno bene da leggere sempre e magari non specificamente sotto l’ombrellone, ma che vanno comunque tenuti presenti per le vostre prossime letture. Vi indicherò la mia recensione.

Continue reading “I libri per l’estate, da chi li ha letti”