il traffico solo dati di TIM e la tariffa voce

Photo by Pexels

Ieri ho fatto una chiamata dal cellulare di pochi secondi e una di qualche minuto. Spesi 3,92 euro in qualche minuto di chiamata. Me ne sono accorto perché dopo la chiamata di pochi secondi sono rimasto “senza credito” per fare altre telefonate. Ho fatto una ricarica da 10 e dopo aver fatto la seconda chiamata di qualche minuto i conti non tornavano. Sapevo di avere una tariffa di 12 centesimi al minuto con scatto di 12 centesimi.

Continue reading “il traffico solo dati di TIM e la tariffa voce”

Annunci

Tanti auguri Stephen King

(C) jppi at Morguefile

Oggi, 21 settembre 2017, Stephen Edwin King, scrittore americano, compie 70 anni.

Tanti auguri. Scrittore è un termine un po’ stretto, visto che ha prodotto una quantità industriale di testi, di tutti i generi e natura. Più di 70 libri credo, oramai ne ho perso il conto. Letti quasi tutti.

Con King è iniziato il mio viaggio verso la scrittura creativa, perché tanto è bravo che mi ha fatto innamorare dell’idea di dare vita a personaggi e storie.

Con le sue opere King ancora continua a invadere librerie, book store, cinema e fumetterie.

Continue reading “Tanti auguri Stephen King”

Raccolte complete di classici in ebook: aiutoooooo!!!

(CC) Lauren Coleman from Flickr with Creative Commons license. No modification made to the picture.

Da diverse settimane ho iniziato a leggere la raccolta completa di tutte le opere di Franz Kafka. Ho deciso di farlo in ebook, ma questa cosa mette un’ansia non da poco.

Probabilmente ho capito di aver fatto un errore a comprare una intera raccolta di romanzi e opere in ebook perché il Kindle mi dice che per leggere i 3 romanzi (America, Il castello e Il processo) e la raccolta di racconti, impiegherò più o meno 30 ore.

Continue reading “Raccolte complete di classici in ebook: aiutoooooo!!!”

Un Liebster estivo

Quando meno te l’aspetti, a pochi giorni dalla partenza estiva, ti arriva una nomina al Liebster Award! Se non ne avete mai sentito parlare, si tratta di un premio che viene dato ai blog dai suoi lettori e colleghi blogger, per sostenerlo e segnalarlo a nuovi lettori.

Le regole delle nomination sono:

  1. Ringraziare chi ti ha premiato e rispondere alle undici domande che ti sono state poste.
  2. Premiare altri undici blogger che abbiano meno di 200 follower e che ritenete meritevoli.
  3. Comunicare la premiazione nelle bacheche dei “vincitori”.
  4. Proporre a vostra volta undici domande.

Ringrazio Barbara Businaro di Webnauta che mi ha nominato e vado subito a rispondere alle sue undici domande.

Le mie 11 risposte

Continue reading “Un Liebster estivo”

14 motivi per leggere i miei testi

(C) Giovanni Venturi

Ecco, dopo l’azzardatissimo articolo in cui sconsigliavo le mie letture per ben 14 motivi, veniamo all’effetto contrario. Perché leggermi.

Motivo numero uno.
Non mi ha pubblicato un grande editore e non ho pagato un editore per pubblicare, ma sono diventato io stesso editore. Molti di voi non hanno idea di cosa sia il selfpublishing, immagino, ma è una cosa buona che permette un’autonomia tale da, in alcuni casi, superare barriere imposte dall’editoria riguardo le storie e la qualità. Una storia che non vende viene scartata. Non si guarda più al fatto che sia o meno una buona storia, ma solo al: si vende? non si vende? Per poi ritrovarsi librerie invase da storie che si venderanno anche tanto, ma di cui si poteva fare anche a meno.

Col selfpublishing si producono a volte belle storie e si confezionano (impaginazione, indice, ecc…) ottimi eBook con bei titoli e belle copertine. I miei come sono? Come sono le mie storie? Be’, potete leggere le recensioni che i lettori mi hanno lasciato principalmente su Amazon. Sembrano tutte davvero buone. Continue reading “14 motivi per leggere i miei testi”

14 motivi per non leggere i miei testi

I miei libri o 2-3 chili di arance?

Riprendo il tema di un articolo di Maria Teresa Steri. Perché spesso mi sono detto: “dovrei spiegare a tutti perché tenersi lontani dai miei testi”.

Spesso si dice: “ci diresti perché uno deve scegliere il tuo testo invece di quello di un altro autore? Cosa ha di speciale il tuo testo?”.

A volte ho pensato ancora di più, ovvero, di scrivermi delle recensioni negative da solo di chi poteva non aver capito nulla di quello che leggeva. E magari mi sarei divertito, ma questa cosa, insomma, ancora mi fa un po’ impressione. Andrebbe gestita per bene e potrebbe anche essere divertente. Magari lo farò.

Sì, ma perché non dovreste leggere i miei testi? Continue reading “14 motivi per non leggere i miei testi”