Romanzo di formazione

I sei primi volumi della serie “Le parole confondono”

Il romanzo di formazione è un genere letterario che nasce in Germania nel Settecento, noto in tedesco come Bildungsroman. In un’opera del genere accade che si racconti del passaggio dall’infanzia, o dall’adolescenza, all’età adulta del protagonista.

Il romanzo per eccellenza rappresentante il romanzo di formazione tedesco risale al 1774, ovvero “I dolori del giovane Werther” di Johann Wolfgang von Goethe.

Ci sono molte storie che da quel momento in poi possono essere individuate come facenti parte del Bildungsroman. Indicherò solo alcune di esse facenti parte di tal genere.

Continua a leggere “Romanzo di formazione”

riedizione de “Le parole confondono”

“Le parole confondono”, photo by ©iStockphoto.com/olaser, artwork by Giovanni Venturi

Dopo diversi mesi (o quasi un anno?) dall’annuncio dato, posso confermare che è ora disponibile la riedizione del primo volume de “Le parole confondono”, un romanzo pubblicato otto anni fa.

Un gran lavoro in questi tempi funesti. Si spera di aver rimesso a nuovo una storia a cui mi sento ancora molto legato anche a distanza di così tanto tempo. Continua a leggere “riedizione de “Le parole confondono””

Frase del giorno #7

Di seguito la seconda frase dedicata al nuovo romanzo.

Frase del giorno #7

Ci sono giorni che sto benissimo e altri molto meno, soprattutto quando piove, quando devo cucinare e non ne ho voglia.
Quando la pioggia batte sui vetri, lenta e silenziosa.
Mi stenderei sulle coperte del letto, nel buio della mia stanza, senza fiatare, in attesa di addormentarmi lì sopra, lasciandomi attraversare da brividi febbrili mentre cerco il cuscino a occhi chiusi.
A volte, su quel letto, nei giorni di pioggia, abbandonando il mio fisico straziato e debole, risento i brividi percorrere la schiena. Col corpo fermo e le palpebre abbassate, odo il ritmo del mio cuore, sento la mancanza di qualcuno che mi faccia una domanda, una sola piccola grande domanda, anche se io non riuscirei a rispondere. Mi ammutolirei per minuti interi come accadeva sempre quando ero adolescente.

Continua a leggere “Frase del giorno #7”

Frase del giorno #6

Di seguito la seconda frase dedicata al nuovo romanzo.

Frase del giorno #6

In quel luogo magico Francesco può dire che Napoli non è una città qualunque, ma la più bella del mondo. Resterebbe per ore senza parlare, senza andare più via, sempre nella stessa posizione ad ascoltare il canto del mare, a spegnere i pensieri, i ragionamenti contorti e complicati che gli nascono e gli muoiono in testa, di continuo. Il verso dei gabbiani, il rumore delle onde, l’immenso dipinto carico di azzurro che si spande fino a Capri e oltre e nel quale passano barche a vela, barche di pescatori, di turisti, yacht.

Continua a leggere “Frase del giorno #6”

“Le parole confondono”, il NaNoWriMo 2018 e il giuramento

Dopo il mio sudatissimo NaNoWriMo 2018, concluso con la scrittura ex novo di parte del quinto volume de “Le parole confondono”, c’è stato il Now-What? del NaNoWriMo, ovvero il : “E ora?”. Cioè, il giuramento.

La promessa che ho sottoscritto è la seguente.
Continua a leggere ““Le parole confondono”, il NaNoWriMo 2018 e il giuramento”

Frase del giorno #4

Di seguito la seconda frase dedicata al nuovo romanzo.

Frase del giorno #4

Sì, questa sera vedo Napoli meravigliosamente stupenda, come se anche io e il mio amico fossimo pastori del presepe, come se ci ritrovassimo su per quelle salite dove ci sono piccole fontane, cani che giocano e casette con le luci accese.

Continua a leggere “Frase del giorno #4”

Frase del giorno #3

Di seguito la seconda frase dedicata al nuovo romanzo.

Frase del giorno #3

Amare senza fregarsene di giudizi e conseguenze, è un atto liberatorio. L’amore è l’amore. Quello che arriva in punta di piedi a scaldare un animo infreddolito, magari diventato così tanto rigido dopo l’accumulo di molti dispiaceri e momenti sbagliati.

Continua a leggere “Frase del giorno #3”