Pensieri sciolti in libera circolazione

(C) Giovanni Venturi – All rights reserved

Quando arriva l’estate tutto si amplifica. Non c’è più pace, diventa sempre più complicato evitare di pensare. Pensare? Sì, ma a cosa? Tutto ciò che ci circonda lancia messaggi continui, contraddittori, a volte pensi di essere migliore, ma poi migliore in cosa? Ha tanto senso quando tutto intorno va in rovina e va a rotoli? Migliore se si è disposti ad andare fino in fondo, ad ascoltarsi, a riconoscere quella voce che si soffoca e che si sta lasciando morire. Il migliore è quello che va avanti e abbandona ciò che lo fa stare male. Il migliore non è quello che fosse pure con una recensione di un libro sembra che abbia scoperto il mondo antico sotto casa e che nessuno ne sia capace, di scoprire il mondo antico sotto casa. So che a volte nelle mie recensioni sembra quasi che io abbia scoperto l’oro nel fiume, altre volte mi imbatto in pessime letture, altre volte mi sento così confuso in questo oceano di parole che un po’ di nausea per la lettura mi viene. Autori che non sanno scrivere, altri che sanno scrivere meglio di chi viene pubblicato, chi viene pubblicato e poi non riceve un degno editing, chi viene pubblicato e pubblica solo roba che magari quaranta anni fa sarebbe stata buttata nel cesso e mai e poi mai e poi mai sarebbe arrivata alle stampe. Oggi c’è una tale ordine di caos e di imprevedibilità da brividi. E non solo in campo di letture, ma in ogni attività umana. Nel lavoro, negli affetti, nelle amicizie. Pensi di essere amico di qualcuno e, in realtà, scopri che c’è un usarsi, magari asimmetrico.

Continue reading “Pensieri sciolti in libera circolazione”

I libri per l’estate, da chi li ha letti

(c) Riccardo Bonuccelli
(c) Riccardo Bonuccelli

Non ne pubblicizzerò 50 e non li tirerò fuori a caso da best seller (o bestseller che dir si voglia) o consultando alcune vecchie classifiche viste da qualche parte. Non parlerò solo di autori noti, non coinvolgerò solo case editrici e, soprattutto, parlerò di libri che io ho letto. Non parlerò nemmeno di libri pubblicati quest’anno. Nessuno mi paga per vedere recensito e pubblicizzato il proprio libro. Questo articolo nasce di mia spontanea iniziativa nei confronti della buona lettura.

Vi farò un elenco di libri che mi sono piaciuti e che vanno bene da leggere sempre e magari non specificamente sotto l’ombrellone, ma che vanno comunque tenuti presenti per le vostre prossime letture. Vi indicherò la mia recensione.

Continue reading “I libri per l’estate, da chi li ha letti”

Letture estive in e-book

Con questo articolo ci salutiamo per ritrovarci a settembre.

Visto che è estate, magari vuoi leggere.

Posso consigliarti alcuni e-book.

Andremo da 0 a 3,99 euro.

[1] A costo 0 ci sono i “Racconti dall’isola“, una raccolta di 6 racconti che spaziano dai racconti di narrativa tradizionale ai racconti di genere (horror e fantasy) disponibili su Kobo Books (non serve registrarsi se accedi con un computer Desktop). Festeggia appena un mese dalla sua uscita.

[2] Per 99 centesimi troverai un racconto lungo, ovvero “Viaggio dentro una storia“, di genere fantastico.

[3] Per 1,49 euro troverai una raccolta di 15 racconti di narrativa, ovvero “Deve accadere” che, qualche giorno fa, ha festeggiato un anno dalla sua uscita.

[4] E al costo di 3,99 euro il romanzo di narrativa “Le parole confondono“, che festeggia appena un mese dalla sua uscita.

Buone letture.

Continue reading “Letture estive in e-book”

Fare domande…

Alcatraz Island
Alcatraz Island (Photo credit: Wikipedia)

Ho notato che fare domande non è da tutti e chi le fa resta sempre con il dubbio di averle davvero fatte.

Commentare non è da tutti e chi commenta ha il dubbio di aver davvero commentato.

E così si avvicina l’estate, mentre il mio amico Giovanni resta imprigionato nella prigione di Alcatraz io sono qui che do libero sfogo alle associazioni di idee così da far venir altri dubbi a chi giunge per caso qui. Che avrà mai voluto dire? Ma di che parlava quell’articolo? Non mi piace usare il termine “post” per dire articolo, visto che è decisamente scorretto.

Continue reading “Fare domande…”

Perché non ho voglia…

… di fare cosa? Di scrivere per pubblicare, dico.

La mia carriera di scrittore è iniziata praticamente dopo un incontro letterario potente. La professoressa d’Italiano al terzo anno ci spingeva a leggere ogni giorno, così l’estate successiva comprai per caso “Stagioni Diverse” di Stephen King e da allora fui risucchiato dalle parole che questo bravissimo autore metteva una dietro l’altra per creare storie coinvolgenti.

Diverso tempo fa, però, presi una decisione.

Continue reading “Perché non ho voglia…”

Temi, ispirazione e fabula

Oggi ho rivisto “Stand by me – ricordo di un’estate” e ho capito da dove provengono certi temi che hanno ispirato il mio romanzo. Due temi. Uno dei quali ricorre anche in altri miei scritti.

Avevo 16 anni anni quando ho letto la novella “Il corpo” tratto dalla raccolta “Stagioni Diverse” di Stephen King. Un testo che avrò letto forse 2-3 volte. Bellissimo. Il mio primo libro serio. Quell’estate lessi quelle quattro novelle che componevano la raccolta con voracità. Mi legai allo stile, ai personaggi, allo scrittore e alla narrativa. Grazie al grande Stephen King ho iniziato a leggere e a scrivere. Se solo esistesse il testo in ebook senza quel maledetto DRM…

Continue reading “Temi, ispirazione e fabula”