Il romanzo è qui…


romanzo
foto copertina: ©istockphoto.com/olaser

Da quando una ragazza, prima lettrice assoluta, mi disse:

«Il materiale è ottimo, c’è la storia, c’è la presenza e la cognizione di ciò che scrivi, la sensibilità con cui presenti i personaggi e le situazioni sottintendono una ricercatezza nel linguaggio, nella volontà di fare bene che si vede, e il lettore riesce ad apprezzarlo.

Il romanzo è assolutamente pubblicabile e lo collocherei tra il genere “pop” nello scaffale della libreria.
Quindi complimenti!!! Davvero!
Spero di essere stata una lettrice all’altezza delle tue aspettative.»

Era il 30 gennaio 2012.

Sapevo che prima o poi avrei dovuto pubblicarlo. E arriva il giorno in cui lo fai. Dopo aver sistemato tutto quanto è in tuo potere lo fai. Ti chiedi tante di quelle cose che entri in un vortice che si autoalimenta. Ti blocchi, ti paralizzi e poi lo fai.

La storia?

È una mattina come tante a Milano, tranne che per Andrea, fermo sulle terrazze del Duomo, deciso a lanciarsi nel vuoto. La sua vita è arrivata a un punto di rottura.
Scavando nel suo passato, scopriamo la sua storia: quella da adolescente all’ultimo anno delle superiori, in una Napoli che gli si incolla addosso con un evento traumatico, e quella da venticinquenne, in una Milano nebbiosa e troppo affollata che lo costringe a prendere in mano le redini della sua esistenza e darsi da fare.
Se a Napoli viveva la sua dimensione di adolescente irrequieto, a Milano sarà l’amicizia con Francesco a consentirgli di orientarsi in una città a tratti ostile. Qui dovrà ripartire da se stesso, affrontando un segreto che credeva sepolto e dimenticato, ma sarà una scoperta sconvolgente sul suo migliore amico a spezzare quel precario equilibrio faticosamente raggiunto.
Può un’amicizia resistere a un terribile segreto?

È un romanzo tragico? Dai no, volete vi sveli tutto? E poi certi aggettivi sono generici. La trama, così ridotta in quei quattro paragrafi di cui sopra, non esprime a sufficienza le sfumature di tutta la vicenda. Di cosa tratto nel testo? Si parlerà di incomprensioni, di esame di maturità, di Giulia, di rapporti umani che condizionano l’esistenza, di violenza, di cose non dette, di sessualità, di un mondo moderno in continua mutazione. Due eventi coinvolgeranno il protagonista sui due piani narrativi in cui si svolge la vicenda: a 17 anni a Napoli e a 25 anni a Milano. Si affrontano le paure, si va incontro ai sogni, al diventare grandi. Si parla di città che assaltano e che non sono uno sfondo, anzi hanno un ruolo ben definito.

Stop.

Chi vivrà vedrà.

Dove trovarlo

Al momento è possibile acquistarlo su Amazon (formato Mobi) e su Kobo Books/inMondadori, su Google Play e su Apple iTunes/iBookStore (formato ePub standard per ogni lettore e-book reader e non). E in cartaceo su Amazon.

Su Amazon vi serve un account Amazon e o un kindle o un qualsiasi iPad/iPhone/tablet.

Su Kobo Books vi serve un account Kobo. Poi potrete leggere direttamente su un lettore Kobo, oppure trasferire il file ePub direttamente su un lettore e-book, tablet, iPad, iPhone. Per Kobo, come per Amazon, c’è l’app per i prodotti Apple e Android, per PC e Mac.

Anteprime?

Potete farvele mandare sul vostro lettore/app Amazon/Kobo/iPhone/iPad/Mac/Android. Anteprima pari, se non ricordo male, al 10% del romanzo. Considerandone la lunghezza (395 pagine in edizione cartacea con carattere 13) dovrebbe essere sufficiente per permettervi di avere un’idea.

L’editing

Piccola nota per quelli che ci tengono a un testo fatto bene. “Le parole confondono” è passato per diverse revisioni e per una valutazione e un editing sul testo da parte dell’associazione Talento Letterario, così da tranquillizzare chi non conosce il fenomeno dell’autopubblicazione riguardo gli aspetti dell’editing e di questo testo specifico.

Ringrazio

Visto che nell’e-book non c’è, e visto che un libro non si fa da solo, lo faccio qui pubblicamente.

Ringrazio Andrea Masotti (scrittore), Rosalia Messina (scrittrice) e Manuela Gatta (editor) per i loro consigli, la mia editor Rita Raimondo per aver tirato fuori il meglio dalla mia storia, Rita Carla Francesca Monticelli (autrice del romanzo a puntate “Deserto Rosso”) che sa sempre spronare in modo positivo e Martina Munzittu (scrittrice) per i suoi piccoli consigli.

Ora mi ritiro, ho parlato troppo troppo, aspetto vostri commenti e letture e recensioni e passaparola.

E si attende.

Andrea Marini

Per chi è curioso e prima di procedere a leggere, richiedere anteprime o altro, può consultare il blog di Andrea. Ogni tanto mi dà una mano, anche qui, a fare luce su alcuni elementi della storia di “Le parole confondono”. Il suo blog è all’indirizzo http://andreamarini85.wordpress.com/ .

Potete seguirlo anche sul suo profilo twitter: @amarini85 . Fatelo e lo renderete felice 😉 .

In cartaceo

È dispopnibile anche l’edizione cartacea.

Formato: 13.97×21.59, brossura, pp.: 458
ISBN: 978-1502537652
costo: 12,99 euro
su Amazon: http://www.amazon.it/Le-Parole-Confondono-Giovanni-Venturi/dp/1502537656/

Tutte le recensioni su: http://andreamarini85.wordpress.com/recensioni/ .

Advertisements

18 thoughts on “Il romanzo è qui…

  1. Congratulazioni Giovanni per il lancio del tuo nuovo romanzo.
    La storia è accattivante e per me è sempre interessante leggere un libro che tratta di emozioni, crescita personale e conflitto, narrato dal punto di vista maschile.

    La copertina è bellissima. Ti auguro tutto il successo che merita

  2. Ben ritrovato, Giovanni, tra gli scrittori! La tua storia è intensa e affronta il travaglio di un adolescente del nuovo millennio. Pubblicare un romanzo è un punto di arrivo, ma anche un punto di partenza verso nuove mete. Grazie per esserti ricordato di me.

  3. Ho scoperto solo adesso il tuo blog, tramite i Boomstick Awards assegnati da Marina Guarneri.
    Mi ispira molto il tuo romanzo, perché amo le storie ambientate a Milano (anche il romanzo che sto scrivendo si svolge lì) e le storie che pongono l’accento sui risvolti psicologici. Difficilmente acquisto opere a scatola chiusa, ma stavolta farò uno strappo alla regola! In bocca al lupo!

      1. Certo che mi va, mi fa sempre piacere avere un riscontro. Tra l’altro il romanzo si compone di altre due parti. La seconda è finita, ma va editata e poi c’è una terza che va scritta ancora. Al momento sono impegnato nel l’editing di un altro romanzo ancora che spero di pubblicare non oltre maggio… Si spera 😊. In ogni caso c’è la pagina dei contatti. Buona lettura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...