Le parole confondono


foto copertina: ©istockphoto.com/olaser
foto copertina: ©istockphoto.com/olaser

Pubblicato il…

13 giugno 2013. Genere: romanzo di formazione con alcuni risvolti romantici. Libro primo della serie “Le parole confondono”. Il secondo volume è stato pubblicato a maggio 2016, titolo: Certe incertezze.

Sinossi

È una mattina come tante a Milano, tranne che per Andrea, fermo sulle terrazze del Duomo, deciso a lanciarsi nel vuoto. La sua vita è arrivata a un punto di rottura.
Scavando nel suo passato, scopriamo la sua storia: quella da adolescente all’ultimo anno delle superiori, in una Napoli che gli si incolla addosso con un evento traumatico, e quella da venticinquenne, in una Milano nebbiosa e troppo affollata che lo costringe a prendere in mano le redini della sua esistenza e darsi da fare.

Se a Napoli viveva la sua dimensione di adolescente irrequieto, a Milano sarà l’amicizia con Francesco a consentirgli di orientarsi in una città a tratti ostile. Qui dovrà ripartire da se stesso, affrontando un segreto che credeva sepolto e dimenticato, ma sarà una scoperta sconvolgente sul suo migliore amico a spezzare quel precario equilibrio faticosamente raggiunto.

Può un’amicizia resistere a un terribile segreto?

Recensioni

Anakina: «“Le parole confondono” non è solo la storia di Andrea, sapientemente narrata su due piani temporali, con una perfetta gestione dell’azione e dei dialoghi, ma è soprattutto una storia che parla di varie forme d’amore: quello che lega un nipote e un nonno, due amici, un uomo e una donna, e qualsiasi persona che viva un legame speciale con qualcun altro, anche solo unilaterale. Ed è questo amore, la sua ricerca, il desiderio di esprimerlo e di esserne appagato, che muove Andrea Marini e lo accompagna durante i periodi più bui della sua vita, sia nel presente che nel passato». Per la recensione completa: qui.

Rosalia Messina: «Giovanni Venturi ci racconta l’adolescenza inquieta di Andrea Marini, partendo da quella che potrebbe essere la fine, la fine della storia e della vita ancora acerba del protagonista, che sta per lanciarsi nel vuoto dall’alto del Duomo di Milano. Il filo si riavvolge portandoci indietro, raccontandoci quali vicissitudini ha attraversato Andrea per arrivare lassù, a quel volo definitivo». Per la recensione completa: qui.

Marina Guarneri: «Questa è una storia che si legge tutta d’un fiato, che rapisce, sgomenta, traccia percorsi nella mente da cui è difficile districarsi: un labirinto di sensazioni, di immagini, di scene che si susseguono senza fare mai calare l’attenzione». Per la recensione completa: qui.

Zipporo: «In una storia che è un divenire continuo non ci si deve aspettare un finale vero e proprio, che pure c’è, ma un qualcosa che rimanda a un prossimo futuro. E così come avevamo incontrato Andrea Marini all’inizio, lo salutiamo alla fine con un arrivederci». Per la recensione completa: qui.

Federico Fadda: «Mi sono davvero emozionato nel seguire le vicende di Andrea, il protagonista di questo bel romanzo, scritto con molta cura e ottimo stile». Per la recensione completa: qui.

Marco Freccero: «Il vantaggio di un testo del genere è la cura che l’autore ci ha messo. Nella lingua, che non è sciatta. Nella copertina (e di copertine brutte in giro, ce ne sono parecchie)». Per la recensione completa: qui.

Ale: «Le parole confondono davvero e l’autore riesce benissimo sottolinearne le sfumature. Una storia coinvolgente, con tanti colpi di scena e con una lieve vena comica che ho adorato!». Per la recensione completa: qui.

Nunzia Chiuchiolo: «Gli succede più o meno di tutto: si innamora della sua migliore amica, cerca di dichiararsi ma per una serie di circostanze non ci riesce; vive a Napoli e subisce cose che un ragazzo non dovrebbe subire, si diploma, scappa dalla sua città e perde di vista più o meno tutti… fino a che…leggere per sapere». Per la recensione completa: qui.

Amazon Customer: «ho iniziato a leggerlo con un po’ di reticenza, ma andando avanti nella lettura sono stato preso dalla storia commovente di Andrea». Per la recensione completa: qui.

Stefano: «Bellissima storia di Andrea e della sua vera amicizia con Francesco. Un romanzo che fa riflettere anche sulle reali prospettive dei giovani d’oggi». Per la recensione completa: qui.

Silvia: «La storia scorre e corre inesorabile e il lettore non può che amare il protagonista, Andrea. La descrizione dei personaggi e della loro sensibilità li fa apparire talmente reali che ti leghi a loro e non vuoi abbandonarli più». Per la recensione completa: qui.

gentiarrubia: «L’autore tocca temi attuali e controversi e lo fa in modo delicato e mai ordinario.». Per la recensione completa: qui.

Luca Rossi: «Leggendo, ci si interroga sui significati dell’esistenza, sul senso del continuo essere sbattuti come biglie tra gioie e dolori. ‘Le Parole Confondono’ è un romanzo psicologico, di crescita interiore, toccante, scritto in modo pacato, mai banale. È stata per me una gioiosa scoperta». Per la recensione completa: qui.

Annalaura B.: «Storia che ti prende fin da subito, di facile lettura e ben strutturato. Ultimi capitoli sorprendenti!!». Per la recensione completa: qui.

Riccardo Manuali: «… e poi alla fine me lo sono ritrovato dove tutto era cominciato, ma sono stato così preso dalla lettura che me ne ero dimenticato (non è che voglio essere misterioso… vorrei evitare di dire troppo). Libro consigliato… felicissimo appena ho saputo che c’è un seguito». Per la recensione completa: qui.

Goodreads…
Disponibile anche su Goodreads.

Disponibile in ebook su…

Disponibile in cartaceo su…

Anteprima

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...