il genere più venduto… e che rende famosi


(C) Dianne Hope at Morguefile
(C) Dianne Hope at Morguefile

Quando un testo narrativo incontra un lettore, la prima domanda che quest’ultimo si pone è: di cosa si tratta?

Il genere di un testo narrativo serve un po’ per assicurarsi di non andare fuori binario. Se non amo i romanzi d’amore, ma solo le storie di fantascienza, allora devo sapere che tipo di libro ho davanti. Il titolo, la copertina e la trama dovrebbero già assolvere al loro compito di permettere di riconoscerne questo famoso genere. Leggere magari anche i primi capitoli può far capire se è davvero così, oltre al fatto che spinge ad affrontare il testo e lo stile dell’autore, in modo da capire se un romanzo può davvero interessarci o meno, cosa che consiglio a prescindere da tutto.

Naturalmente, in alcuni ben precisi casi, i generi possono un po’ confondere perché, per esempio, se si legge un thriller d’azione ambientato in un futuro molto lontano e in cui c’è una storia d’amore o una serie di situazioni che spingono il protagonista verso difficoltà crescenti in cui matura, poi come si fa a dire: “il romanzo è un thriller di fantascienza, ricco d’azione, in cui ci sono elementi romantici e si spinge verso un particolare romanzo di formazione moderno”? Questa indicazione potrebbe addirittura confondere o frenare un lettore che si spaventa davanti al mescolarsi di troppi elementi in una trama. Si può facilmente pensare che l’autore non sa quel che ha scritto e allora ricorre a mescolare le carte in tavola per rendere un testo accattivante per ogni singolo lettore del pianeta.

Sono dell’opinione che è molto difficile dire un testo di che genere fa parte se ha nel suo interno la presenza di vari sottogeneri, anche perché la schematizzazione porta dietro di sé un modo di strutturare un testo. Chi leggere narrativa di fantascienza è molto probabile che abbia in mente un ben preciso romanzo e ogni divagazione da questa idea non piace o disturba, stessa cosa dicasi per un romanzo d’amore o fantasy o thriller e così via.

Qual è il genere che più va in voga?

A guardare le classifiche sembrano essenzialmente due: thriller e romanzi d’amore.

Quindi se si vuol diventare “famosi” bisogna scrivere un bel thriller o una storia d’amore? Non saprei. Credo che sia abbastanza difficile diventare famoso scrivendo, anche seguendo la moda. Si può provare a seguire la moda, ma io, da scrittore selfpublisher, preferisco scrivere quello che sento nelle mie corde, ovvero romanzi di formazione.

Romanzi di formazione? Accidenti, ti sei scelto una bella gatta da pelare, non è banale scrivere di quel genere. Siamo sicuri che la gente voglia leggerne?

Onestamente non lo so. La gente legge molte cose e ci sono tantissime cose da leggere in giro, casomai il problema è riuscire ad arrivare ai lettori.

Vedremo in un prossimo articolo cosa sono questi romanzi di formazione, quindi restate connessi.

See you soon.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...