Capodanno a Londra con Andrea, Giulia e Francesco


Quest’anno il Capodanno va festeggiato in modo speciale. Sì, speciale, perché Andrea, Giulia e Francesco sono tornati, e aspettano te, a Londra. Ah, by the way, ieri, 15 novembre, è stato il compleanno di Andrea Marini. Gli avete fatto gli auguri? Come? È su Twitter.

Con “I motivi segreti dell’amore“, il terzo libro della serie “Le parole confondono“, i protagonisti ci portano per le vie di Londra in pieno Capodanno, assisteremo con loro al New Year’s Eve, la vigilia di Capodanno. Saremo con loro lungo il Tamigi ad augurarci il buon anno nuovo.

Sarà Giulia a condurci per le strade di Londra, lei, la protagonista di questo terzo libro ci spingerà nei suoi pensieri, nei suoi ricordi di Andrea, di Francesco, di Napoli, una Napoli bella, radiosa, piena di sole e di mare.

E lei ricorderà il giorno in cui Andrea le si dichiara. Solo per quella, ma anche per tutto il resto, meriterebbe una bella serie TV prodotta da Netflix con almeno quattro stagioni garantite 😉 . Sì, perché in questi giorni si gira la quarta serie, ovvero si scrive il quarto libro. Dopo alcuni ripensamenti e difficoltà, il libro si sta facendo scrivere, ho preso ritmo e confidenza con la storia. Sta prendendo forma, siamo a quota 42’000 parole circa grazie al NaNoWriMo. Penso che verrà sulle 60’000, o massimo, 70’000.

Nel terzo volume Giulia ci farà assaporare i Ben’s Cookie che Francesco consiglierà a lei e ad Andrea, se è per questo ve li consiglio anche io 🙂 . Andremo tutti insieme a Covent Garden, vedremo le decorazione di Covent Garden, ne respireremo l’aria natalizia, la magia di Londra tutta.

È proprio grazie a questa stupenda città Natalizia che è nato questo terzo volume, la storia di questo terzo volume. Non potete nemmeno immaginare com’è bella questa città nel periodo del Natale, nel Capodanno con le sue piste di pattinaggio sul ghiaccio, il suo Winter Wonderland ad Hyde Park, il Winterville.

E magia, su Apple iBookStore si sta scaricando in omaggio da far paura 😀 . Il prezzo pieno non piace, meglio gratis, vero? Era un esperimento, e lo è, ovvero quello di metterlo gratis. Volevo capire se qualcuno se ne accorgeva.

Deve essere scattato qualche campanello perché 78 persone in tre giorni fa hanno scaricato una copia senza che io dicessi nulla a nessuno. A volte stai lì a pubblicizzare, a farti il sangue amaro con te stesso per essere incapace di farti promozione, ti viene l’idea di metterlo gratis e capire se qualcosa si muove da sola e, gran magia, 78 scaricamenti.

Mi vien voglia di piangere per due motivi opposti.

  1. Primo, perché 45 scaricamenti (3 il 13 novembre e 30 il 14 novembre) in 24 ore (appena il terzo giorno, ovvero il 15 novembre) non li ho avuti nemmeno nei tempi migliori su Amazon e Google Play Store. Un record.
  2. Il secondo motivo per cui mi viene da piangere è che se fosse stato a prezzo pieno mi sarei pagato una pizza, una birra e pure un dolce e qualcos’altro. (Ringrazio chi ha creduto in me, nella storia, lo ha comprato e lo pure recensito, non una volta, non due, ma mille volte). Non è che 3,99 euro fosse una cifra da capogiro, capisco che nessuno sa chi sono, però dico, però dico… Ecco la parte brutta di raccontare una storia, metterla in un libro e poi vedere che per farsi leggere lo devi re-ga-la-re… Qualcuno lo leggerà e recensirà? E lì scappano le risate amare. Amare e complete per tanti motivi.

Vuoi tenerti in contatto?

Canale Telegram: qui.

Mailing list: qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...