“L’isola di Gaia” di Rita Carla Francesca Monticelli


lisoladigaia-kindleEccomi a recensire un libro che ho comprato il giorno stesso che è stato pubblicato, ma che per motivi vari ho dovuto rimandarne la lettura. Perché iniziare una recensione con questa precisazione? Semplice. Il libro mi è piaciuto ogni oltre possibile aspettativa per mille motivi e non so da dove iniziare.

Proviamoci.

È scritto in maniera fluida, editato con gran impegno come nemmeno i migliori libri in giro fanno, l’ebook è formattato bene (c’è un indice, ci sono i rientri nei primi paragrafi). E man mano che entri nel libro vuoi entrarne sempre di più e già temi il momento in cui il testo ti lascerà.

Il romanzo è corale. Ci sono vari personaggi, ben delineati, interessanti, dove ognuno ha qualcosa da dire e non ci si perde assolutamente, inoltre si sente la preparazione dell’autrice che nel finale nomina le fonti da cui si è ispirata e documentata. E la preparazione di Carla Rita Francesca Monticelli non rende il libro un trattato di natura tecnica, per nulla, anzi quelle scene in cui si entra in alcuni dettagli sono molto piacevoli, scorrono benissimo come l’intera storia e, soprattutto, il tutto è reso credibile. In un romanzo di fantascienza si sa che l’autore ha un campo più libero dove può inventarsi qualsiasi cosa gli venga in mente, ma in una storia di finzione deve essere tutto verosimile. L’autrice applica quello che in gergo tecnico si chiama “sospensione dell’incredulità” in maniera precisa. Tutto quello che si narra in questo romanzo è credibilissimo. I personaggi e la storia non sono affatto artificiali. Non solo, ti leghi a tutti. Ti affezioni a Rivus, a Gaia, ad Alicia, a Andrew, a Gabriel.

E i colpi di scena non mancano. Quando credevi di aver capito qualcosa, o quando non riesci a spiegarti il senso della storia perché avvolta da un bel mistero, l’autrice ti piazza un piacevole colpo di scena che ti incolla ancora di più a tutte queste pagine. Ad avere più tempo in una giornata avrei letto il libro anche per otto ore di seguito perché davvero merita.

Anche l’ambientazione ha il suo bel fascino. Si apre in Antartide con le sue distese di ghiaccio e sin dal primo momento ti senti avvolto in quell’aria gelida che cela un mistero, accompagna il testo come elemento vivo.

La storia si basa sulla percezione che hanno i personaggi della realtà, ma la realtà è davvero quella che vedono? Il tema è molto bene sviluppato su questa semplice domanda.

E vogliamo parlare del finale? Ne vogliamo parlare? Bellissimo, fantastico. A un certo punto fai dei collegamenti. E io ho sperato di aver colto il nesso, ci ho sperato. Non ero sicuro se fosse così e quando si è sciolta tutta la storia sono rimasto davvero contento che il collegamento che avevo pensato possibile era quello. Non entro in dettagli perché non si può svelare il finale. Dopo aver letto tutta la prima parte di novella e tre romanzi su “Deserto Rosso” che rappresentano il primo libro del ciclo dell’Aurora e dopo aver letto questo secondo volume di questo ciclo attendo il terzo volume che l’autrice pubblicherà nel 2016. E come in “Deserto Rosso”, quando sei sull’ultima pagina, già sapevo che questi personaggi e la storia mi sarebbero rimasti addosso e che avrei voluto godermela ancora un po’. Le cose belle si vorrebbero durassero più a lungo, ma ci rifaremo sicuramente con il terzo volume che sono convinto ci incollerà alla storia e ai personaggi come in “Deserto Rosso” e “L’isola di Gaia”.

Questo libro è consigliatissimo a tutti. Io non leggevo fantascienza, ma da quando ho conosciuto le storie di quest’autrice non me ne perdo più una. Quindi se pensate: “Ma è un libro di fantascienza. A me non piace il genere”. Vi posso assicurare che non è così. Sarete travolti. Anche perché non è necessario aver letto “Deserto Rosso”. Se lo avete fatto potrete apprezzare ogni riferimento e aspetto di questo libro molto meglio. Quindi, benché sia inutile, lo ripeto. Questo è un libro adatto a tutti. È una lettura interessante, di spessore. L’autrice è indipendente, ma ha talento da vendere, perché è brava e sa di cosa parla quando scrivere. Che altro dire? Leggetelo.

Disponibile in cartaceo, ma anche in ebook su: AmazonKoboGoogle Play e Apple iTunes.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.