diario scrittorio: giovedì, 24 novembre 2016: il finale

diario-scrittorio

Il NaNoWriMo è praticamente finito, mi mancano giusto 3’000 parole, anzi, me ne mancano di meno visto che sono arrivato a quota 97’536, solo altre 2’464, che sono poca roba rispetto a quanto ho scritto in questo ultimo periodo.

Continua a leggere “diario scrittorio: giovedì, 24 novembre 2016: il finale”

diario scrittorio: venerdì, 11 novembre 2016

diario-scrittorio

Ecco, il blog pare morto, latito.

Ho terminato un romanzo nuovo di zecca (per evitare confusione lo chiamo con le iniziali del titolo SCF) il 7 ottobre scorso, l’ho lasciato un po’ al suo destino perché mi premeva finire quello che avevo lasciato a metà l’anno scorso dopo la sessione di #NaNoWriMo di novembre 2015, ovvero, sempre per le iniziali del titolo, IMSDA, che è il terzo volume della serie (“Le parole confondono”LPC.

L’intenzione è quella di tirare fuori tutto quello che ho messo nel cassetto, completo e non, e pubblicarlo e poi vi saluto. Di scrivere non so se riuscirò a smettere. Arrivano periodi in cui ho più tempo e riesco a scrivere molto, altri periodo in cui mi guardo allo specchio e ragiono e mi fermo, ho poco tempo e voglia.

Continua a leggere “diario scrittorio: venerdì, 11 novembre 2016”

diario scrittorio: martedì, 1 dicembre 2015

diario-scrittorio

Ecco, il tempo per scrivere un articolo per il blog non ci sta mai. Forse dovrei pensare di chiudere la bottega 🙂 .

Fino a fine ottobre stavo curando l’editing del secondo volume de “Le parole confondono” che è un testo abbastanza lungo, sfiora le 160’000 parole. Avevo intenzione di pubblicarlo non oltre gli inizi di gennaio, ma ovviamente sapevo già che mi stavo regolando in modo troppo ottimistico.

Continua a leggere “diario scrittorio: martedì, 1 dicembre 2015”

Le idee ti vengono meglio scrivendo

(C) QuotesEverlasting (no changes made)
(C) QuotesEverlasting (no changes made)

Stephen King dice due cose:

  1. il momento che spaventa di più è quello che precede l’inizio;
  2. le idee per scrivere ti vengono scrivendo.

È proprio così. Un’idea tira l’altra e il romanzo volge quasi al termine.

Continua a leggere “Le idee ti vengono meglio scrivendo”